6 Segnali che indicano che sei in una relazione tossica

Alcune persone si trovano bloccate in una relazione tossica anche se non ne sono consapevoli. Si vive uno stato di insoddisfazione all’interno della relazione ma non se ne comprende l’origine. Con questo articolo voglio presentarti i 6 Segnali che indicano che sei in una relazione tossica.

La cronaca quotidiana ci parla di persone vittime di abusi fisici e psicologici da parte dei partner. Molte altre storie rimangono silenti tra le mura di casa. Gli abusi psicologici spesso sono connotati da violazione dei diritti individuali, restrizione della libertà e atteggiamento sminuente del partner.

Non è raro, nel mio lavoro, sentire persone a cui la vita di coppia crea grande sofferenza. Nonostante vi sia consapevolezza di ciò non si riesce a sganciarsi dai partner abusanti.

In questo momento potresti chiederti se stai vivendo una relazione tossica e vorresti sapere come riconoscere i “segnali”.

Se, invece, stai vivendo una relazione tossica, potresti chiederti come uscirne.

6 Segnali che indicano che sei in una relazione tossica

  1. Non c’è comunicazione6 Segnali che indicano che sei in una relazione tossica (2)

Una relazione salutare si basa sulla comunicazione e, in particolare, sulla possibilità di entrambi i partner di aprirsi all’altro in maniera schietta e sincera.

Prova a riflettere su come vivi la comunicazione con il tuo partner.

Hai paura di essere sincero?

Hai paura delle critiche?

Eviti di esprimere le tue emozioni e le tue esigenze?

Se hai risposto in maniera affermativa ad una delle domande significa che non ti senti libero di essere te stesso. Questo atteggiamento non è sano e rischia di creare un muro tra il tuo vero Sé e il tuo partner.

  1. Non ti senti a tuo agio

La fase dell’innamoramento porta con sé tanta euforia e voglia di fare. Quando si è innamorati ci si sente forti, sexy e speciali. Una relazione costruttiva ti aiuta a sentirti forte e a tuo agio con te stesso.

Quando la relazione è tossica sperimenti emozioni opposte. Vivere con una persona tossica ti fa sentire inadeguato, inutile e non interessante. Le persone che rimangono coinvolte in questo genere di relazioni si sentono non amabili e fortunate ad avere un partner. La bassa autostima può portare l’individuo ad accontentarsi di un partner abusante pur di averne uno. Ti consiglio di vedere il mio video sui 7 Ingredienti per una relazione appagante.

  1. Il partner teme il cambiamento

Il cambiamento è una costante nella vita degli individui e delle coppie. È naturale, nella vita di una coppia, che vi possano essere cambiamenti di lavoro, di residenza, di interessi.

Il partner tossico è colui che ha paura del cambiamento perché vede nel cambiamento qualcosa che sfugge al suo controllo. Il partner tossico ha bisogno di controllare la relazione e le altre persone. Se hai un partner particolarmente controllante e che limita le tue libertà presta attenzione potresti avere una relazione tossica.

  1. C’è un’atmosfera negativa nella tua relazione

Quando si vive in una relazione costruttiva e sana le emozioni che si vivono sono in prevalenza positive. Possono esserci discussioni, momenti tristi ma questi non sono minori rispetto all’andamento della relazione.

6 Segnali che indicano che sei in una relazione tossica (2)La relazione deve essere un luogo di crescita, di miglioramento e dove ricaricarsi.

Se quando stai vicino al tuo partner ti senti triste, depresso e senza energia rifletti bene sull’andamento generale. Forse non è la relazione giusta per te. Se vuoi capire se il tuo partner è giusto per te, leggi i suggerimenti che ho condiviso nell’articolo Come sapere se è la persona giusta per te.

  1. Ti senti isolato da amici e familiari

Come ti ho illustrato precedentemente, la persona tossica ha bisogno di controllare le persone e le relazioni. Se il tuo partner ti allontana dai tuoi famigliari e dai tuoi amici significa che vuole controllare la tua vita. può farlo in maniera esplicita dicendo che se frequenti altre persone si allontanerà oppure cercando di creare una frattura tra te e gli altri. Con il tempo lavorerà affinché la frattura diventi insanabile.

La relazione salutare ci sprona ad vere relazioni interpersonali e ti aiuta ad appianare le difficoltà che si possono creare con gli altri.

  1. Rimanere nel passato

Ti è capito di ripensare ai momenti belli della tua relazione? Ricordare i momenti positivi può essere un’attività piacevole e può aiutare i partner a rinforzare il legame.

Se invece pensi solamente al passato e non trovi stimoli presenti o obiettivi futuri con il tuo partner significa che qualcosa non sta funzionando nel modo giusto.

Una relazione salutare utilizza i bei ricordi per saldare il legame ma ha il desiderio di crearne di nuovi.

In conclusione, voglio sottolineare che la vita di coppia è un’esperienza di crescita per entrambi i partner. La relazione è uno spazio psicologico nel quale si può essere se stessi con la consapevolezza che si viene accettati in maniera incondizionata.

Se ciò non accade vi è il serio rischio di essere incastrati in una relazione tossica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

3 × cinque =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla Newsletter
Scarica gratis il nuovo e-book “Autostimati”.
Ti inverò nuovi articoli, le news e gli inviti agli eventi.

Loading

error

Ti piace il mio sito? Allora spargi la voce! :)