5 ostacoli alla meditazione

5 ostacoli alla meditazione

La meditazione è un’ottima pratica che aiuta  a calmare la nostra mente dai mille pensieri e dalle preoccupazioni che ci affliggono. Nella pratica  ci si può trovare ad affrontare 5 ostacoli alla meditazione.

La pratica della mindfulness può essere descritta con le parole di Kabat-Zinn come:“restare attenzione in modo particolare: intenzionalmente, nel momento presente e in modo non giudicante“.

Ciò che potrebbe sembrare semplice, in verità nasconde delle difficoltà. La maggior parte degli ostacoli deriva proprio dalla nostra mente.

5 ostacoli alla meditazione

Ostacolo 1: “Io non riesco a liberare la mia mente”

5 ostacoli alla meditazioneLiberare completamente la propria mente non è necessario. Il nostro scopo è quello di calmare la mente. Sin da piccoli siamo stati abituati a ragionare per obiettivi da raggiungere. La meditazione non è un  “fare” o “raggiungere” ma “essere”.
Prova a sederti in un luogo tranquillo, chiudi dolcemente gli occhi e successivamente porta la tua attenzione sul respiro. Dedicati 10 minuti e decidi per quel tempo di lasciar fuori dalla tua mente preoccupazioni. Mentre ti concentri sull’aria che entra ed esce dai polmoni, prova a pensare mentalmente “dentro, fuori”. Se le preoccupazioni si ripresentano, gentilmente, senza criticarti, riporta la tua consapevolezza sul respiro. È normale che la tua mente torni sui vecchi pensieri, e tu, con calma, riporta la concentrazione sul respiro e le sensazioni che esso ti dona.

Ostacolo 2: “ Devo riuscire a mettermi nella posizione del loto”

Non devi farlo! La posizione del loto è un’antica postura (asana) praticata nell’ambito buddista. Per meditare non c’è bisogno di mettersi in quella posizione. L’importante è la disposizione mentale.
Poi meditare ovunque e in qualunque momento.

Ostacolo 3: “Non ho tempo”

A volte, bastano cinque minuti al giorno. La meditazione la puoi praticare ovunque: puoi concentrarti5 ostacoli alla meditazione sul tuo respiro anche seduto alla scrivania del tuo ufficio.
La pratica della mindfulness insegna ad essere presenti nel momento attuale, e ciò può avvenire anche quando si mangia, si lava i piatti e ci si distende sul divano.
Se ti concentri sul momento presente che stai vivendo, allontanando le preoccupazioni, potrai meditare anche mentre ti lavi i denti.

Ostacolo 4: “ Non riesco a stare seduto”.

Non farlo! Prova ad esercitarti mentre fai un movimento ritmico come per esempio il camminare. Alcuni buddisti zen praticano una meditazione camminata nella quale coordinano il proprio respiro con i passi. L’aspetto più importante della meditazione è rimanere focalizzati in quello che si sta facendo, sei stai camminando focalizzati sui tuoi passi. La concentrazione naturalmente permette una chiarificazione dei pensieri.

Ostacolo 5: “Ho provato ma non ho percepito nulla”.

La meditazione richiede pratica. Noi siamo così abituati a ragionare su mille cose contemporaneamente che provare a tranquillizzare la nostra mente può essere frustrante. La meditazione è un’abilità che può essere appresa. Se ti accorgi di aver bisogno di maggior aiuto per focalizzare l’attenzione, puoi provare ad utilizzare un mantra: dì una parola o una semplice frase come “pace”, “amore” oppure “io posso”. Per alcune persone l’utilizzo del mantra può essere un punto di ancoraggio dell’attenzione molto più tangibile e questo permette di praticare la meditazione con maggiore facilità.

La meditazione è una pratica che può dare notevoli benefici alla tua vita e alla tua salute…prova!

 

 

Le persone provano grande stupore per l’altezza delle montagne,

le enormi onde del mare, il corso dei fiumi,

la vastità dell’oceano, il moto delle stelle,

ma non provano alcuna meraviglia nei confronti di se stessi.

    – Sant’Agostino –

 

Kabat-Zinn, J. (2006). Dovunque tu vada, ci sei già. Una guida alla meditazione. Milano: Edizioni Tea.

4 commenti su “5 ostacoli alla meditazione”

  1. Buongiorno ,
    io vorrei intraprendere un percorso di meditazione e in particolare della mindfulness.io abito in provincia di Gorizia ,Lei forse sa se ci sono dei corsi per imparare nella mia zona?
    Grazie

    1. Dr. Collevecchio

      Buongiorno,
      Mi dispiace veramente ma non posso essere d’aiuto. Non conosco la realtà di Gorizia e le associazioni che tengono corsi di mindfulness.
      Esistono ottimi libri di introduzione alla mindfulness. Se vuole le posso consigliare alcuni libri. Se vuole fare un percorso di meditazione con me, possiamo vederci via Skype, le nuove tecnologie aiutano molto ☺️

  2. La ringrazio ,via Skype non mi è possibile in quanto non mi funziona più ,il computer è vecchio e dovrei fare aggiornamenti ,invece potrebbe gentilmente indicarmi dei libri,mi farebbe piacere

    1. Dr. Collevecchio

      I libri con supporto CD che ritengo buoni sono
      * “Mindfulness per principianti” di Jon Kabat-Zinn;
      * “Ritrovare la serenità” di Williams e Teasdale (è dedicato alla depressione ma lo trovo molto utile per iniziare la pratica).
      I libri senza supporto CD che ritengo utili sono quelli di Kabat-Zinn e Thich Nhat Hanh

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

12 + 2 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.