Amazon Anoressia Bulimia

Amazon Anoressia Bulimia

Molti leggendo questo post si chiederanno quale sia la relazione tra Amazon Anoressia Bulimia. Che relazione ci può essere tra il colosso della vendita online con dei Disturbi del Comportamento Alimentare?
Ora vi spiegherò tutto.

Amazon Anoressia Bulimia: il caso

Amazon Anoressia Bulimia
La felpa in vendita su Amazon

Alcuni giorni fa è apparso nel grande negozio online una felpa con la scritta: “Anorexia like Bulimia, except with self control” che tradotto in italiano vorrebbe dire “Anoressia, come la bulimia eccetto per l’autocontrollo”.
Ciò che probabilmente nella mente dei produttori voleva essere una felpa volta alla sensibilizzazione, in verità ha ricevuto una pioggia di critiche. I commenti negativi sono partiti dai primi post sotto il prodotto fino a scatenare il putiferio sulla rete.
Amazon, per limitare le critiche e, forse, consapevole del grande autogol, ha subito interrotto la possibilità di acquistare il prodotto.
Il desiderio di sensibilizzare ai Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA) è lodevole ma è importantissimo farlo con tatto e consapevolezza. Una felpa simile a quella venduta da Amazon può non avere effetti “positivi”, ma nettamente opposti specialmente se vista da ragazze che soffrono di questo genere di disturbi.

Anoressia e Bulimia

Molto spesso i disturbi del comportamento alimentare vengono visti e vissuti come “semplici” disturbi comportamentali causati dall’eccessiva attenzione al cibo e/o dalla tendenza ad usare strategie di compensazione come il vomito. Ed è, probabilmente, questa leggerezza nella conoscenza dei DCA che ha portato gli autori della felpa ad ideare una scritta simile.

Amazon Anoressia Bulimia

È bene ricordare che i Disturbi del Comportamento Alimentare sono veri e propri disturbi che coinvolgono, non solo il comportamento manifesto, ma anche gli aspetti più profondi della psiche.
In generale, l’atteggiamento dell’anoressica è caratterizzato da un controllo tendente al perfezionismo. Il comportamento della bulimica tende a sfociale nell’abbuffata in quanto è presente una difficoltà a tenere a bada gli impulsi. Teoricamente la differenza è chiara e netta. Nella pratica, molte persone che soffrono di questi disturbi possono oltrepassare il confine labile che le connota e “migrare” da un disturbo all’altro”.
Sensibilizzare e far conoscere i DCA è fondamentale e permettere di riconoscerli il prima possibile. È importante, però, non eccedere nella eccessiva semplificazione e leggerezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 − 4 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.