Cos'è la ruminazione e come superarla (2)

Cos’è la ruminazione e come superarla

 

Un atteggiamento che riscontro spesso quando lavoro con i miei clienti è la ruminazione. Alcune persone sono vittime di questo atteggiamento ma non ne sono consapevoli. In questo articolo voglio spiegarti cos’è la ruminazione e come superarla.

Dare una definizione univoca di ruminazione è molto difficile. Ogni autore che si è occupato di questo argomento ha espresso le sue idee.

La maggior parte degli autori, però, è concorde nell’affermare che la ruminazione è un comportamento ripetitivo o un modello di pensiero. Questo atteggiamento è spesso collegato a sentimenti negativi o agli eventi che hanno preceduto questi sentimenti negativi. Può accadere che questo modo di pensare si cronicizzi al punto da avere conseguenze negativi sulla nostra salute e sul nostro benessere.

È frequente osservare che le persone depresse o cronicamente ansiose tendano a ruminare continuamente su eventi negativi (passati o immaginati nel futuro).

Probabilmente a che a te è capitato di aver riconosciuto, nella tua vita, dei periodi nei quali sei rimasto incastrato nella ruminazione.

Cos'è la ruminazione e come superarlaTi può essere capitato di esserti preoccupato ossessivamente al punto da essere rimasto bloccato in un circolo vizioso di pensieri.

Per contrastare questo atteggiamento mentale voglio illustrarti alcune strategie utili.

Come si manifesta la ruminazione

La ruminazione può manifestarsi in tante maniere differenti.

Paola si sente angosciata per le sue prestazioni lavorative e pensa ripetutamente a questi sentimenti e ai pensieri collegati a questi sentimenti.

Luca, dopo aver litigato con un amico, rivive continuamente il momento del litigio e riflette su di esso.

Mirko, dopo aver ricevuto critiche sul suo lavoro, ripensa continuamente su quanto è accaduto e sul suo errore. Immagina ripetutamente cosa avrebbe potuto fare per evitare l’errore.

Ruminazione, pensiero ossessivo e preoccupazioni

Leggendo la definizione di ruminazione e gli esempi, probabilmente, ti starai chiedendo quali sono le differenze con il pensiero ossessivo e le preoccupazioni.

Sebbene siano simili in quanto comportano atteggiamenti ripetitivi non sono uguali.

Le ossessioni sono spesso incentrate su temi di impurità, controllo e possono presentare in varie forme (ad esempio immagini o pensieri). La persona che soffre di ossessione vive i pensieri come intrusivi.

La ruminazione, tuttavia, è più frequentemente verbale ed è collegata a comportamenti o eventi passati.

Ulteriore differenza la troviamo con le preoccupazioni che sono solitamente concentrate sul futuro a differenza della ruminazione che, invece, tende a focalizzarsi sul passato.

Cos’è la ruminazione e come superarla: esercizi

Alcune ricerche hanno messo in evidenza come la consapevolezza possa essere d’aiuto nel contrastare la ruminazione.

Cos'è la ruminazione e come superarlaIn che modo ciò avviene?

La risposta è complicata ma cercherò di semplificare le cose.

La consapevolezza ci aiuta a vivere pienamente il momento presente. Il semplice concentrarsi sul presente aiuta a fermare la ruminazione.

La ruminazione porta ad essere eccessivamente vigili ed è fonte di sentimenti negativi. La consapevolezza, raggiunta tramite la meditazione, svolge un ruolo protettivo contro queste emozioni.

Ora voglio proporti alcuni esercizi utili per accrescere la consapevolezza.

Consapevolezza del respiro. Sii consapevole del tuo respiro e della sensazione prodotta dall’inspirare ed dall’espirare. Cerca di prestare attenzione all’aria che entra ed esce. Scegli un punto di “ancoraggio”: naso o addome e concentrati sui cambiamenti che senti in base al flusso dell’aria.

Scansione del corpo. Dedica 15-20 minuti minimo ad “osservare” con la tua consapevolezza le sensazioni che ricevi dal tuo corpo. Concentrati su un distretto per volta. Puoi partire dalla gamba destra, poi la sinistra, poi braccio destro e così via.

Mangia consapevolmente almeno un pasto al giorno. Durante il pasto, osserva con attenzione il cibo, sentine i profumi, ascolta gli eventuali rumori, senti i sapori e come variano.

 

Se non hai familiarità con gli esercizi di mindfulness leggi l’articolo La meditazione: da dove cominciare.

Con l’andare del tempo e se praticherai costantemente gli esercizi che ti ho proposto, noterai che sarai più consapevole dei tuoi pensieri. Ciò ti aiuterà a non rimanere incastrato nella ruminazione. Grazie agli esercizi ti sarà più semplice liberarci dalle catene del pensiero ripetitivo e riuscirai a vivere pienamente il momento presente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

undici + tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla Newsletter
Scarica gratis il nuovo e-book “Autostimati”.
Ti inverò nuovi articoli, le news e gli inviti agli eventi.

Loading

error

Ti piace il mio sito? Allora spargi la voce! :)