3 Segnali che indicano che stai per crollare emotivamente

Hai mai vissuto un periodo oscuro nella tua vita e poi ne sei uscito? Probabilmente non vorresti più vivere un’esperienza simile. Oggi voglio illustrarti 3 segnali che indicano che stai per crollare emotivamente.

Molti miei clienti hanno vissuto momenti difficili nella loro vita e hanno vissuto molte emozioni angoscianti e spiacevoli.

Lavorando con queste persone ho riscontrato due risposte emotive differenti: quelli che volevano stare meglio e quelli che non volevano guarire per paura di soffrire dopo un periodo di benessere.

Segnali che indicano che stai per crollare emotivamenteQuando incontro le persone del secondo gruppo noto che vivono nell’ansia e nell’attesa che qualcosa di spiacevole possa accadere.

Il nostro livello di benessere psicologico e la nostra felicità non sono delle forze misteriose incontrollabili. La salute psicologica è molto simile a quella fisica. Per mantenerti fisicamente sano è importante che tu sviluppi delle abitudini salutari.

Puoi fare tanto per migliorare la tua salute fisica: fare attività fisica, calmare il tuo critico interiore, passare del tempo nella natura, leggere libri di auto-aiuto.

Anche per la salute mentale esistono delle abitudini più o meno salutari.

Se è così semplice migliorare il proprio benessere, perché alcune persone hanno difficoltà a farlo?

Segnali che indicano che stai per crollare emotivamente

Spesso la difficoltà dipende da come affrontiamo le situazioni trigger.

I trigger sono esperienze che toccano le corde più sensibili della nostra psiche. Quando queste corde vengono stimolate possono provocare un flusso di emozioni spiacevoli difficilmente gestibili.

I trigger possono stimolare emozioni angoscianti perché vanno a colpire le convinzioni più profonde su se stessi e sul proprio valore. I trigger possono attivare convinzioni come: “non sono bravo abbastanza”, “sono incapace”, “non sono amabile”, “sono inutile”.

La sensibilità al trigger dipende enormemente dalla tua convinzione profonda e da quanto questa è attiva. Maggiore è la sensibilità della tua credenza profonda e maggiore è la probabilità che tu possa soffrire a causa di essa.

Se l’idea che hai di te stesso è particolarmente negativa anche il piccolo gesto o la minima situazione trigger può farti stare male.

Purtroppo, moltissime persone utilizzano strategie non salutari per superare la sofferenza: uso di sostanze stupefacenti, relazioni di co-dipendenza, ossessione per il lavoro, abbuffate alimentari, comportamenti aggressivi.

Esistono dei segnali che indicano che stai per crollare emotivamente?

Oggi voglio presentarti 3 segnali che indicano che stai per crollare emotivamente:

  1. Ti chiudi nella zona di comfort

Se da un lato è normale adagiarsi nella zona di comfort, dall’altro questo atteggiamento può rivelarsi controproducente. Quando ci si chiude, si rischia di non avere più obiettivi stimolanti che stimolano la crescita.

Segnali che indicano che stai per crollare emotivamentePuò accadere che tu smetta di mangiare sano, trascorrere meno tempo con gli amici, fare attività fisica.

In generale, si può dire che chiudersi dentro la propria zona di comfort può portare la persona a non prendersi cura di se stessa.

La crescita personale e la cura che si ha verso se stessi è un percorso continuo, che non smette.

Stimolare la propria mente la aiuta a gestire meglio le esperienze emotivamente forti.

  1. Vivi spesso emozioni spiacevoli

Tranne che tu soffra di disturbo bipolare (che colpisce meno dell’1% della popolazione), la maggior parte delle volte l’umore non subisce cambiamenti improvvisi. Non ti senti molto triste da un giorno all’altro senza un evento scatenante (ad esempio: un lutto).

Gli stati d’animo e le emozioni variano lentamente nel tempo. Osserva l’andamento del tuo umore. Ti capita spesso di provare emozioni spiacevoli? Se si, cerca di identificare cosa le sta scatenando. Dopo aver fatto questo lavoro di auto-analisi, cerca di mettere in moto un cambiamento. Cosa ti rende felice? Cosa puoi fare per migliorare il tuo umore? Nel mio articolo su 5 Strategie efficaci per essere felici potrai trovare tanti consigli utili per migliorare il tuo umore.

  1. Prendi consapevolezza delle situazioni trigger

Osserva la tua quotidianità e cerca di identificare le situazioni che ti creano sofferenza. Cerca di riconoscere le situazioni trigger e nota se ti stai mettendo in situazioni critiche.

A volte, in maniera inconsapevole, si possono assumere comportamenti rischiosi. Se stai cercando di smettere di fumare, evita di andare in un locale dove tutti fumano. Se stai cercando di mangiare sano evita di comprare cioccolate e patatine fritte.

Anche se credi che sia una giusta prova, evita di aumentare le tue probabilità di errore. Finché non sarai forte e saprai in grado di gestire la situazione trigger in maniera costruttiva, evitala. Alcune volte, la tentazione potrebbe essere alta perché in passato vivere determinate esperienze ti ha giovato nell’immediato. Ma rifletti sulle conseguenze a lungo termine dei tuoi comportamenti.

È importante coltivare la giusta attenzione nei confronti della nostra salute psicologica allo scopo di evitare crolli.

Bilanciando i nostri impegni quotidiani con momenti di svago e di crescita possiamo vivere una vita ricca e soddisfacente. Prenditi l’abitudine di coltivare abitudini che possano accrescere la probabilità di provare emozioni positive e di essere felice.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

14 + uno =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla Newsletter
Scarica gratis il nuovo e-book “Autostimati”.
Ti inverò nuovi articoli, le news e gli inviti agli eventi.

Loading

error

Ti piace il mio sito? Allora spargi la voce! :)