Come cambiare le abitudini

Vuoi cambiare abitudini e non sai come fare? Leggi l’articolo e scoprirai una strategia efficacissima per farlo. In un precedente articolo ti ho illustrato perché sono importanti le abitudini. Dopo l’articolo ho ricevuto diversi messaggi nei quali mi si chiedeva come cambiare le abitudini. Oggi voglio condividere con te un esercizio per uscire dal circolo vizioso delle abitudini non salutari.

Come ti ho spiegato nel precedente articolo, la qualità delle abitudini determina la qualità della nostra vita e gli obiettivi che raggiungiamo. Se ti osservi intorno riuscirai a vedere il risultato della tua routine. Sia i successi che hai ottenuto e che quelli che non sei riuscito a raggiungere sono la conseguenza delle tue abitudini mentali e comportamentali.

Se vuoi raggiungere i tuoi scopi è fondamentale che tu lavori sulle abitudini che possono aumentare la possibilità di successo.

Puoi decidere di sfruttare il potere delle abitudini per smettere di fumare, perdere peso o  essere più efficiente a lavoro. Ho deciso di pubblicare questo articolo nelle prime settimane del nuovo anno così potrai sfruttare i suggerimenti per raggiungere gli obiettivi del 2021.

Osserva le persone intorno a te e noterai che molte vivono incastrate nelle proprie abitudini. In maniera inconsapevole subiscono passivamente le conseguenze negative delle proprie abitudini. Puoi vedere l’amico che non riesce a perdere peso perché ha l’abitudine di vedere interminabili serie tv oppure la tua amica che è sempre senza soldi perché ha l’abitudine di comprarsi “qualcosina” tutti i sabati.

Come cambiare le abitudini

Se vuoi differenziarti e migliorare la qualità della tua vita, leggi questo articolo fino alla fine e fammi sapere nei commenti cosa ne pensi.

Prima di illustrarti come cambiare le abitudini voglio sottolineare che questo processo richiede tempo. Quando noi cerchiamo di sviluppare nuove abitudini andiamo a contrastare e a lavorare contro quelle precedenti.

Alzarsi dal divano e andare in palestra può sembrare una fatica immensa, la prima volta. La seconda, sarà meno pesante. La terza volta, ricorderai come ti sentivi meglio dopo la palestra. Con il tempo sarà sempre meno faticoso e i nuovi comportamenti entreranno nella tua routine.

Leggi anche Cos’è l’autosabotaggio

Per cambiare abitudini ci vuole costanza e pazienza. Ricadere nelle vecchie abitudini è possibile ma è importante non attribuire alle ricadute un significato catastrofico.

Nel momento in cui comincerai a cambiare le tue abitudini noterai cambiamenti nella tua vita e negli obiettivi che raggiungerai.

La strategia che ti voglio presentare è tratta dal libro: Il potere della focalizzazione. Esistono tante strategie per cambiare la nostra routine, ti presento questo metodo perché l’ho trovato efficace e di semplice applicazione.

  • Definisci il comportamento controproducente

Prima di attuare un reale e profondo cambiamento è fondamentale prendere consapevolezza di quali comportamenti sono utili e quali controproducenti. Che tu voglia cambiare è una cosa molto positiva e bella ma è importante riconoscere e focalizzarsi su un atteggiamento per volta.

Scrivi su un foglio quali sono le abitudini non salutari su cui vuoi lavorare.

Per distinguere le abitudini sane da quelle controproducenti ti consiglio si valutare i loro effetti a lungo termine. Le abitudini producono effetti positivi? Ti aiutano a stare meglio? Ti permettono di raggiungere i tuoi obiettivi nel lungo termine?

Grazie a queste domande potrai capire su quali abitudini concentrarti.

Raccomandazione: cerca di essere specifico nel descrivere l’abitudine su cui vuoi lavorare. Se scrivi “smettere di essere pigro” sarà molto più difficile cambiare rispetto a identificare “non stare in poltrona più di 20 minuti al giorno”.

  • Definisci l’abitudine vincente

Senza una definizione chiara dell’abitudine che vuoi sviluppare sarà difficile attuare un vero cambiamento. Anche in questo caso è fondamentale essere specifici nel definire la nuova abitudine. Invece di scrivere “avere uno stile di vita attivo” puoi scrivere “camminare almeno 30 minuti al giorno”.

Raccomandazione: oltre a definire la nuova abitudine, scrivi quali benefici otterrai da essa e illustra cosa ti motiva a cambiare abitudine. Grazie a questo piccolo trucco psicologico potrai tenere alta la tua motivazione.

  • Crea un piano d’azione

Dopo aver definito i punti di partenza e di arrivo puoi sviluppare il tuo piano azione. Quali strategie vuoi utilizzare per mettere in moto il cambiamento? Puoi chiedere aiuto a qualcuno per cambiare abitudini? Puoi utilizzare dei bigliettini che ti ricordino il nuovo comportamento da attuare? Puoi utilizzare dei segnali per prendere consapevolezza che stai per cadere nella vecchia routine?

Se vuoi ricordarti di andare a camminare, puoi lasciare le scarpe da ginnastica vicino la porta. Se vuoi evitare di aprire il frigo in maniera automatica puoi appendere sullo sportello la scritta STOP.

Sviluppa le strategie che ritieni più utili e metti in moto il cambiamento.

Come ti ho detto precedentemente, può accadere che tu possa ritornare nelle vecchie abitudini. Non demoralizzarti e non demordere.

Con il tempo le nuove abitudini diverranno sempre più automatiche e facili da attuare.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattordici − 12 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla Newsletter
Scarica gratis il nuovo e-book “Autostimati”.
Ti inverò nuovi articoli, le news e gli inviti agli eventi.

Loading

error

Ti piace il mio sito? Allora spargi la voce! :)