L'autostima

L’autostima

Su riviste, programmi TV , forum si parla spessissimo di autostima. Ci si chiede come migliorarla e quali sono le cause che portano ad un suo abbassamento. Nonostante, sia un tema molto discusso, molti non hanno una piena idea di cosa sia. Cos’è l’autostima? L’autostima: credere in sé stessi.

L’autostima: una semplice definizione.

L'autostimaPotrei presentare numerose definizioni di autostima: ve ne sono alcune molto semplici e altre molto scientifiche e complicare. La definizione che io preferisco è quella del Prof. Burns, psicologo statunitense: “l’autostima è un modo di pensare, sentire, e agire che implica che tu accetti, rispetti, hai fiducia e credi in te stesso”.
È una bellissima definizione e racchiude, secondo me, tutti gli aspetti fondamentali dell’autostima.
L’insieme dei pensieri e delle emozioni che rivolgiamo verso noi stessi rappresenta il nostro grado di accettazione delle nostre caratteristiche. Quando riusciamo ad accettare noi stessi, possiamo vivere in maniera confortevole sia le nostre caratteristiche positive che quelle negative. Imparare ad avere fiducia in sé è il primo passo per migliorare il rapporto con se stessi.

Leggi anche Le conseguenze della bassa autostima

L’autostima: il valore che diamo a noi stessi non quello che ci danno gli altri

A volte, deleghiamo il nostro valore a ciò che gli altri pensano di noi. Se gli altri si mostrano rispettosi e affettuosi nei nostri confronti ci sentiamo adeguati e amati, se sono distanti e scortesi anche la nostra autostima riceve brutti colpi e tendiamo a criticarci ingiustificatamente.
Se la nostra autostima è bassa, questa mancanza crea un senso di vuoto che tendiamo a riempire con le situazioni o giudizi esterni. Questa esigenza di colmare il vuoto porta a comportamenti disperati, ripetitivi, si diventa dipendenti.
L'autostimaLa dipendenza è l’attaccamento che si ha nei confronti delle cose e delle persone esterne che servono per colmare un’esigenza interiore. Se la nostra autostima è conseguenza di situazioni esterne, non saremo mai padroni di essa e non riusciremo mai ad essere indipendenti. Una bassa autostima ci predispone ad altri disagi psicologici: ansia, tristezza, depressione, rabbia, rapporti interpersonali negativi. Il nostro valore sarà un’etero-stima. È importante cominciare a costruire la propria autostima al fine di evitare di rimanere in balìa delle onde esterne.
Sviluppare l’autostima vuol dire sviluppare confidenza e forza dentro i stessi.
Le basi del nostro valore sono interne.

Leggi anche 7 Conseguenze del bisogno di approvazione

L’autostima: Alcune strategie per migliorare

L'autostimaCi sono molte strategie per migliorare la propria autostima. Non è qualcosa che si sviluppa da un giorno all’altro, ma il risultato di nuove decisioni, comportamenti, modi di pensare. L’autostima deve essere costruita gradualmente grazie alla forza di volontà e al desiderio di migliorare.
Il primo passo per migliorare la propria autostima è prendere consapevolezza delle proprie caratteristiche ed accettarle. Accettare le proprie qualità positive e negative non vuol dire non migliorare, ma semplicemente osservare che ci sono. Tutti noi abbiamo peculiarità positive e negative, non vederle non significa farle sparire, ma semplicemente chiudere gli occhi.
Coltivare la propria autostima vuol dire coltivare un punto di riferimento stabile nella propria vita, e non rischiare di essere in balìa delle situazioni esterne.
Per stare bene e vivere pienamente e con soddisfazione la propria vita, è importante essere comprensivi con se stessi e non lasciarsi sminuire da fattori esterni.
Ora chiedi a te stesso, dove posizioni la bandierina della tua autostima?

L'autostima

La tua autostima è bassa? Tendi ad avere un atteggiamento dipendente nei confronti degli altri? Vuoi migliorare la tua autostima?

Scarica l’e-book gratuito AUTOSTIMATI! 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

tre + tredici =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.