Strategie utili per superare la pigrizia

In un video sul mio Canale YouTube  ti ho spiegato quali sono le 3 cause della pigrizia. Oggi voglio illustrarti le strategie utili per superare la pigrizia e riprendere in mano la tua vita. Con questo articolo voglio rispondere a diverse persone che su Instagram mi hanno chiesto suggerimenti per sbloccarsi dalla pigrizia e dall’ozio.

Il grande filosofo Cicerone sosteneva: “Non mi sembra un uomo libero quello che non ozia di tanto in tanto”. Anche se l’ozio è spesso descritto come un atteggiamento negativo è bene ricordare che ne abbiamo bisogno. I momenti di ozio e pigrizia ci aiutano a riposare la mente, staccare la spina e fermarci. Credo che la frase di Cicerone sia uno stimolo interessante se prendiamo consapevolezza che oggigiorno “siamo obbligati” ad essere efficienti e produttivi. Viviamo sotto la tirannia dell’orologio e della prestazione. Oziare ci aiuta a riprendere contatto con il nostro lato umano e pigro.

Se da un lato la pigrizia ha delle caratteristiche positive, dall’altro può diventare una trappola. La pigrizia cronica può intrappolare la nostra vita e bloccare le nostre attività. La voglia di poltrire ci può impedire di raggiungere obiettivi importanti e rimanere a guardare la vita che ci passa davanti.

Strategie utili per superare la pigriziaSe sei rimasto bloccato dalla pigrizia, leggi l’articolo fino alla fine e troverai le strategie più utili per sbloccarti e alzarti dal divano.

Strategie utili per superare la pigrizia

Nel mio articolo ti ho presentato le 3 cause della pigrizia. Prendendo spunto da quell’articolo voglio presentarti, per ogni causa, le strategie più utili.

  • Bassa tolleranza alla frustrazione

Se ti rendi conto che la tua pigrizia è la conseguenza della tua difficoltà ad accettare che le cose siano pesanti e che per raggiungere gli obiettivi c’è bisogno dell’impegno ecco i tuoi rimedi. Inizia con il riflettere su tutte le volte nelle quali hai fatto qualcosa che non ti piaceva o che ti ha generato frustrazione. Concentrati sullo sforzo che hai fatto e, soprattutto, sulla soddisfazione al raggiungimento dell’obiettivo. Ricorda le emozioni, le sensazioni fisiche e il senso di appagamento che hai provato. Un’altra strategia utile è quella di riflettere su come interpreti le frustrazioni. Quando stai vivendo una situazione impegnativa cosa dici a te stesso? Cerca di capire che idee hai dell’impegno necessario per il raggiungimento degli obiettivi. Ripeti a te stesso che è insopportabile o che non riuscirai? Ricorda che il dialogo interiore ha un ruolo rilevante sulla tua salute mentale e il raggiungimento dei tuoi obiettivi. Se vuoi approfondire l’argomento puoi leggere i miei articoli: il dialogo interiore e il dialogo interiore e i disturbi psicologici.

  • Standard severi

Entri in modalità “pigrizia” perché ti poni obiettivi irrealistici e rigidi? Cambia il tuo modo di programmare gli obiettivi. Le mete che vuoi raggiungere devono essere motivanti ma allo stesso tempo raggiungibili. Se hai un grande obiettivo da raggiungere, dividilo in obiettivi più piccoli facilmente raggiungibili. Facendo ciò ti sarà più semplice mettere in moto il cambiamento e, sarai più motivato.

  • Poca motivazioneStrategie utili per superare la pigrizia

Come ti ho spiegato nel punto precedente, dobbiamo avere la motivazione per metterci in moto. Molto spesso non riusciamo ad alzarci dalla poltrona perché quello che ci sembra di desiderare in verità ci interessa poco. Altre volte, invece, presi dai mille pensieri perdiamo di vista la reale motivazione e ci fermiamo solamente al pensiero: “devo farlo”. Immagina di essere in poltrona e di pensare che “devi andare in palestra”, che emozioni e sensazioni provi? Probabilmente pesantezza e voglia di rimanere seduto. Prova ora a pensare: “voglio andare in palestra perché mi fa bene e perché sarò fisicamente attraente” e sentirai una maggiore carica.

Se vuoi smettere di essere pigro ricorda la motivazione che ti spinge a fare le cose.

Giulia è una signora che odia fare le faccende di casa. ogni volta che pensa di dover sistemare casa, sceglie di sedersi sul divano. Lavorando insieme abbiamo capito che viveva le faccende come un obbligo a cui non poteva sfuggire. Per sbloccare la situazione ha ricordato a se stessa che le faccende aiutano la famiglia a vivere in un ambiente più ordinato, confortevole e pulito. Grazie a questo cambiamento di prospettiva è riuscita a fare i lavori in casa con minore peso.

Se soffri di pigrizia patologica, prova ad utilizzare le strategie che ti ho presentato e poi fammi sapere se ti sono stati d’aiuto.

Ricorda..

Cambiando i tuoi pensieri puoi cambiare la tua vita

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto − diciotto =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla Newsletter
Scarica gratis il nuovo e-book “Autostimati”.
Ti inverò nuovi articoli, le news e gli inviti agli eventi.

Loading

error

Ti piace il mio sito? Allora spargi la voce! :)