Sulmona, omofobia al Liceo

Sulmona, omofobia al Liceo


Sulmona, omofobia al Liceo

Negli ultimi giorni i maggiori giornali hanno soffermato la loro attenzione su quanto è accaduto nel paese abruzzese. Sulmona, omofobia al Liceo:  tre ragazzi minorenni sono stati sospesi per due giorni a causa di bullismo omofobico. La vittima di aggressione è stato un ragazzo di circa 18 anni che non ha mai nascosto il proprio orientamento sessuale.

Sulmona, omofobia al Liceo: i fatti

Nei giorni passati i tre ragazzi (tra i 15 e i 16 anni) hanno aggredito con offese e insulti un giovane di 18 anni che non ha mai mascherato il suo orientamento sessuale.
L’aggressività dei tre giovani è stata denunciata alla dirigente scolastica. Quest’ultima ha deciso di punire i tre aggressori con una sospensione di due giorni.
Il caso ha attirato l’attenzione del Collettivo Studentesco di Sulmona che ha deciso, per solidarietà nei confronti della vittima, di indire, per il 18 ottobre il #RainbowDay.

Anche l’associazione Arcigay in un nota congiunta delle sezioni di Chieti e L’Aquila hanno espresso sdegno per quanto accaduto e sostegno al giovane diciottenne (leggi il comunicato stampa).

Bullismo omofobico

Sulmona, omofobia al LiceoQuello che è accaduto a Sulmona è solo una delle tante situazioni di bullismo omofobico che accadono quotidianamente in Italia.
Quando si parla di bullismo omofobico ci si trova a confrontarsi con due problemi: il bullismo e l’omofobia.
Per bullismo ci si riferisce all’insieme di azioni, compiute deliberatamente, volte a ferire, danneggiare un’altra persona. Non si tratta delle normali liti che possono accadere tra amici ma di fenomeni più complessi e, a volte, più subdoli. Gli atti di bullismo possono variare dall’ingiuria fino all’aggressione fisica.
Per omofobia si intende quel sentimento di paura irrazionale che si prova entrando in contatto con persone omosessuali. La paura, spesso, è caratterizzata anche da sentimenti di disgusto e di rabbia che possono dare avvio anche ad aggressioni.

Bullismo omofobico: le vittime

I giovani, durante la sua crescita, devono confrontarsi, prendere consapevolezza, accettare e sperimentare la propria sessualità.
Se i giovani eterosessuali vivono questa fase, nella maggior parte dei casi, senza grandi difficoltà, questo non si può dire per le persone omosessuali.
Non è raro che il percorso di accettazione della propria omosessualità venga influenzato negativamente dai pregiudizi che l’ambiente esterno trasmette.
L’adolescente omosessuale si vive come diverso”, “sbagliato e ciò può portare rendere problematico il confronto con la propria sessualità. Quando il peso di “essere sbagliati” diventa forte, il giovane omosessuale può arrivare a negare la propria sessualità o a cercare di simulare un atteggiamento in cui non si riconosce.

Sulmona, omofobia al Liceo 5

 

Bullismo omofobico: cosa fare

A Sulmona, l’omofobia al Liceo è stata punita con la sospensione.

Si può fare un lavoro preventivo?

Sulmona, omofobia al LiceoI giovani studenti, vivono molta parte della loro giornata nella scuola. L’Istituto scolastico può diventare un supporto per il giovane omosessuale se diviene un “luogo sicuro” dove poter esprimere apertamente ciò che si prova.
Come detto precedentemente, il bullismo omofobico è un mix tra i pregiudizi e la violenza. La scuola può divenire un luogo più sicuro per il ragazzo omosessuale nel momento in cui lavora e abbatte il muro di pregiudizi che aleggiano sul tema dell’omosessualità.
Se il lavoro sui pregiudizi degli studenti è ideale non sarebbe sbagliato aiutare gli insegnati ad abbattere alcune proprie idee negative che hanno sull’omosessualità. Un insegnante che avrà lavorato sulla propria omofobia sarà maggiormente in grado di accogliere e accettare un ragazzo omosessuale nella sua totalità ed eventualmente essergli di supporto. Gli insegnanti che hanno lavorato sui propri pregiudizi saranno anche in grado, in maniera più naturale, di mostrare atteggiamenti di accettazione a tutti gli studenti,

Avete delle domande o desiderate degli aggiornamenti?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

10 + 18 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti piace il mio sito? Allora spargi la voce! :)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi