7 Persone tossiche da evitare

Torno a parlarti di relazioni tossiche. Ho affrontato questo argomenti in un precedente articolo nel quale ti spiegavo i 6 segnali che indicano che sei in una relazione tossica. Oggi voglio approfondire il tema parlandoti delle 7 persone tossiche da evitare.

Se vuoi farmi sapere la tua opinione sull’argomento lascia un commento.

Prima di spiegarti quali sono i personaggi tossici che ti circondano, voglio illustrarti la caratteristica fondamentale delle relazioni non salutari.

Credo che la caratteristica fondamentale delle relazioni tossiche sia quella di non permetterti di esprimere te stesso. I nostri rapporti devono essere luoghi dove sentirci a nostro agio, dove possiamo esprimerci liberamente senza il timore di essere giudicati.

I partner devono essere liberi di essere se stessi e la relazione deve essere connotata dall’accettazione dell’altro. Purtroppo, questo non sempre avviene.

Alcune donne vivono sotto la costante paura di essere criticate dai partner. Lo stesso avviene agli uomini. Il timore del giudizio può diventare limitante per l’individuo e per la relazione.

Se non ti senti libero di parlare liberamente e di esprimere le tue emozioni è il caso che tu rifletta su che relazione desideri. Le relazioni devono essere luoghi di crescita reciproca e di espressione delle proprie potenzialità. Se un rapporto diventa limitante e frustrante significa che c’è qualcosa che non sta funzionando.

Le relazioni tossiche

La relazione può essere tossica per due cause principali.

La prima è la relazione stessa ad essere tossica. I due partner sono persone sane ma la loro dinamica può essere fortemente deleteria. I partner entrano nella relazione con un proprio carico di sofferenza e schemi di pensiero ma nulla di tossico. La relazione tra i partner può mettere in moto una dinamica fortemente deleteria. Se vuoi approfondire l’argomento vedi il video Cosa sapere prima di iniziare una relazione.

Sabrina e Lorenzo sono due ragazzi spensierati e allegri. Hanno molti amici e diversi impegni. Decidono di intraprendere una relazione. Dopo i primi mesi si attiva un circolo vizioso legato alla gelosia. Ognuno vuole controllare il telefono del partner. Si crea, tra di loro, una spirale di controllo che porta entrambi i partner a vivere la presenza dell’altro come opprimente.

La seconda causa delle relazioni tossiche è la presenza di un partner tossico. Ed è questo il tema dell’articolo. Prima di andare avanti voglio sottolineare che le relazioni tossiche possono essere lavorative, sentimentali, amicali.

7 Persone tossiche da evitare

Una caratteristica generale delle persone tossiche è che hanno relazioni non salutari con gli altri perché hanno un rapporto problematico con se stesse. 

La maggior parte delle volte, la persona tossica mette al centro di tutto il mondo se stessa. Questo atteggiamento viene portato all’estremo anche a totale discapito dell’altro. Alcune volte, hanno difficoltà a riconoscere i desideri e i diritti altrui.

Ma entriamo nel dettaglio. Ecco le 7 persone tossiche da evitare. L’ultimo dell’elenco è colui che ritengo più tossico in assoluto.

Il geloso

È la classica persona che ti vuole tutta per sé. Molto spesso nasconde la sua possessività sotto la frase “io ti amo”. Chi ti ama veramente lascia che tu abbia un tuo spazio personale e non limita la tua libertà tenendoti legato. La persona gelosa vuole sapere cosa fai, con chi sei e dove sei. Se incontri qualcosa, vuole sapere cosa vi siete detti. Una frase che ho ascoltato spesso dalle persone gelose è: “se mi ami, non hai problemi a dirmi quello che vi siete detti e mi dici tutto ciò che fai”. Questo più che amore può essere definito controllo.

Se vuoi approfondire il tema della gelosia e cosa c’è dietro questo atteggiamento ti consiglio di vedere il video che ho pubblicato sull’argomento: cosa c’è dietro al gelosia.

L’egoista7 Persone tossiche da evitare

La persona egoista è colei che mette le proprie esigenze davanti a tutto e tutti. Queste persone spesso hanno difficoltà a mettersi nei panni altrui e tendono ad avere poca empatia. L’unica cosa di cui sono consapevoli è ciò che vogliono e credono di avere il diritto di ottenerlo a tutti i costi.

Gloria aveva un amico egoista, Luigi. La ragazza si era rivolta all’amico perché aveva bisogno di un passaggio in macchina per andare a fare una visita medica. Luigi arrivò con 30 minuti di ritardo all’appuntamento. Quando la ragazza arrabbiata gli chiese spiegazioni, lui rispose: “ma perché ti arrabbi? È stato un piccolo ritardo. Volevo riposare un po’ e mi sono messo a letto”.

La persona egoista ha difficoltà a capire le esigenze altrui. L’idea di base è: “siccome voglio una cosa, la devo ottenere”.

Il manipolatore

È colui che manipola la situazione per ottenere ciò che vuole. La maggior parte delle volte, distorce la realtà secondo le sue esigenze e per ottenere ciò che desidera.

Quando si relaziona con gli altri, tende a sfruttare il senso di colpa per manipolare la volontà altrui. Lo scopo principale è far fare all’altra persona ciò che ritiene più conveniente per sé.

Se vuoi approfondire l’argomento puoi vedere i video: riconoscere un manipolatore affettivo e difendersi da un manipolatore.

Lo sfruttatore

Il nome dice tutto. È colui che vuole sfruttare le tue capacità, le tue competenze o i tuoi averi. L’amicizia con questa persona è una farsa. Lo scopo principale dello sfruttatore non è avere una relazione con te ma ottenere ciò che puoi dargli.

È la classica persona che ti chiama raramente per uscire per un caffè o una chiacchierata. Quanto ti telefona, dopo poche battute, ti dice: “ti posso chiedere una cortesia?”.

Lo sfruttatore è colui che ti chiama solamente quando puoi fare qualcosa per lui.

Ti è mai capitato di avere a che fare con uno sfruttatore? Come ti sei comportato?

Il drammatico

È colui che quando non ti trovi d’accordo con lui “fa una tragedia”. Il termine drammatico sta ad indicare la sua tendenza a vedere come tragiche anche le minime frustrazioni o i piccoli incidenti quotidiani.

Giorgio è il classico drammatico. Quando l’amico gli dice che sabato non potranno uscire insieme perché ha un impegno con la sua famiglia, Giorgio risponde dicendo: “va bene, starò a casa solo. Sarà un sabato sera schifoso e angosciante. Credo che alle 22 mi metterò a letto”.

La persona drammatica vuole sfruttare la sensibilità altrui per ottenere ciò che desidera.

Il giudicante

Come dice il nome stesso, questa persona è tossica perché dispensa continuamente giudizi. Ogni cosa che gli accade viene valutato negativamente.

In pizzeria, la persona giudicante critica la pizza dicendo che è troppo cotta o troppo cruda o troppo calda o  troppo fredda. C’è sempre un motivo valido per giudicare e lamentarsi.

Il giudizio è la manifestazione esteriore di un senso di insoddisfazione interiore. La persona manifesta il suo malessere interiore attraverso la critica e la lamentela.

L’incontinente

È colui che non riesce ad arginare le proprie emozioni. La persona incontinente ha difficoltà ad esprimere le proprie emozioni in maniera adeguata al contesto nel quale si trova.

La tendenza principale è quella di essere plateale nell’esprimere il proprio stato emotivo. La maggior parte delle volte, l’incontinente tende ad esagerare la manifestazione del proprio stato emotivo.

Il desiderio di attirare l’attenzione si manifesta con manifestazioni emotive ostentate e inadeguate.

Lo svalutante

Credo che sia la persona più tossica in assoluto. Lo svalutante è colui che sminuisce il tuo valore personale. A differenza del giudicante che critica azioni, situazioni, oggetti e persone, lo svalutante punta al valore personale.

Questo genere di persona tossica cerca di minare l’autostima altrui andando a colpire il valore individuale.

L’obiettivo dell’offensiva è la parte più profonda dell’individuo. Di conseguenza, i danni possono essere maggiori e più profondi.

Stefano era molto svalutante nei confronti di Elena. Un giorno, la ragazza preparò il pranzo ma dimenticò il sale nella pasta. Lui l’apostrofò dicendole: “sei un’incapace. Neppure un piatto di pasta sei in grado di cucinare”. La ragazza si sentì mortificata.

 

Cosa ne pensi delle 7 persone tossiche da evitare che ti ho presentato?

Ti è mai capitato di confrontarti con una di esse? Come ti sei comportato?

 

 

2 commenti su “7 Persone tossiche da evitare”

  1. Ho incontrato tutti i tipi di persone tossiche…una volta inquadrate le ho lasciate andare…a volte ho creduto ingenuamente di avere amici,ma poi con l’esperienza ho imparato a riconoscere la vera amicizia

    1. Dr. Collevecchio

      Grazie di aver condiviso la tua esperienza. Dalla relazione con una persona tossica possiamo trarre insegnamento su noi stessi e sui rapporti che vogliamo coltivare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciannove − 8 =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla Newsletter
Scarica gratis il nuovo e-book “Autostimati”.
Ti inverò nuovi articoli, le news e gli inviti agli eventi.

Loading

error

Ti piace il mio sito? Allora spargi la voce! :)