Le principali cause dell’ansia

Oggi torno a parlarti di ansia. In passato ti ho spiegato cos’è l’ansia e ti ho spiegato la differenza tra ansia sana e ansia patologica. Nell’articolo cercherò di spiegarti le principali cause dell’ansia. Grazie alla conoscenza delle cause potrai affrontare meglio questo disturbo.

L’Associazione Americana di Psicologia definisce l’ansia come “un’emozione caratterizzata da sentimenti di tensione, preoccupazioni e cambiamenti fisici come l’aumento della pressione sanguigna. Le persone con disturbi d’ansia di solito hanno preoccupazioni invadenti e ricorrenti. Possono evitare certe situazioni per preoccupazione”. L’ansia è un disturbo che sta diventando sempre più frequente e sta limitando la vita di tantissime persone.

Come puoi immaginare, l’ansia non ha un’unica causa. Nella maggior parte delle situazioni si parla di più cause che si influenzano a vicenda. Ho diviso le cause in maniera netta al solo scopo divulgativo. Infatti, se analizzerai in maniera approfondita la tua ansia scoprirai diverse cause. Se vuoi avere qualche suggerimento su come affrontare l’ansia puoi vedere i video sull’argomento: 10 strategie per affrontare l’ansia.

Ti ricordo che l’articolo ha solo uno scopo divulgativo e nessun intento diagnostico. Se pensi di soffrire di ansia, panico o altre difficoltà psicologiche contatta un professionista per una valutazione attenta. Insieme potrete capire se c’è un problema e, eventualmente, capire come affrontarlo.

Le principali cause dell’ansia

Prima di illustrarti le principali cause dell’ansia voglio ricordarti che l’ansia è l’attivazione del nostro sistema di allerta. Quando percepiamo un pericolo, attiviamo il sistema di allerta (sistema nervoso simpatico) allo scopo di preparare il nostro corpo ad affrontare la situazione temuta.

Ho deciso di fare questa premessa per farti capire che tutte le cause che ti presenterò a breve hanno in comune la tendenza a far percepire un pericolo e una minaccia imminente.

Quando si percepisce ciò, il corpo cerca ti attivare le risorse utili per affrontare il pericolo. Questa attivazione si chiama ansia. 

Ma ora entriamo nel vivo dell’articolo e vediamo quali sono le cause principali dell’ansia.

Preoccuparsi

Con questo termine ci si riferisce all’abitudine di focalizzare la propria attenzione su situazioni ed eventi negativi che potrebbero venirsi a creare in futuro. Un aspetto importante della preoccupazione è la ripetitività del pensiero. La persona che si preoccupa immagina continuamente come affrontare un eventuale problema o minaccia. Cerca di valutare tutte le possibili variabili che potrebbero interferire.Le principali cause dell'ansia

Questo atteggiamento porta la persona a pensare e ripensare agli stessi argomenti in maniera rigida e ripetitiva. Immaginare continuamente eventi e situazioni negative, oltre ad abbassare l’umore, può portare la persona a provare elevate emozioni di ansia perché si prepara continuamente ad un pericolo.

Pre-occuparsi significa cercare di occuparsi “pre” di qualcosa che ancora non accade. Come puoi immaginare questo atteggiamento crea continue emozioni di ansia.

Si preoccupa la ragazza che non è stata salutata dalla collega e pensa continuamente al perché di un tale atteggiamento. La ragazza riflette e immagina le possibili cause e cerca di porvi rimedio. Questo atteggiamento mentale porta l’individuo a perdersi nelle fantasie che si crea.

Standard eccessivamente elevati

Porsi degli obiettivi e cercare di raggiungerli è un atteggiamento sano e costruttivo. Dei sani standard spingono la persona a migliorarsi continuamente.

Ma cosa succede se gli standard che ci si fissa sono estremamente elevati e li si vive con obiettivi essenziali? Porsi degli standard elevati aumenta in maniera vertiginosa l’ansia perché la persona percepisce continuamente il rischio di non riuscire. Siccome gli obiettivi e gli standard vengono vissuti come esigenze assolute, i livelli di ansia sono elevati.

La persona vede nel non raggiungimento dei suoi obiettivi o nel mancato rispetto degli standard una catastrofe. Questa percezione attiva il sistema dell’allerta (ansia).

Porsi degli standard eccessivamente elevati porta la persona a vivere la frustrazione di non raggiungerli.

Un esempio classico di standard eccessivamente elevato è quando si pretende da se stessi di non sbagliare. Un obiettivo irrealistico aumenta la possibilità di fallire e provare ansia per il suo raggiungimento.

Prova ad immaginare un atleta che deve fare il salto in alto e si pone come obiettivo un’altezza che dista molto dalle sue possibilità. Se a questo obiettivo si aggiunge la sua convinzione di doverci assolutamente riuscire? Secondo te, come si sente quando guarda davanti a sé l’asticella del salto?

Vedere l’asticella eccessivamente elevata può portare la persona ad andare in ansia e, in alcune situazioni, a non impegnarsi per la riuscita.

Bassa autostimaLe principali cause dell'ansia

In altri articoli ti ho spiegato cos’è l’autostima e come migliorarla. Voglio approfondire, il legame tra autostima e ansia. La persona che ha una bassa autostima non crede nelle proprie capacità. Pensa di non avere le risorse per affrontare le situazioni.

La mancata percezione delle proprie risorse porta la persona a vivere come minaccioso ogni evento che si allontani dalla quotidianità. La difficoltà a non riconoscere le proprie capacità porta la persona a sentirsi inadeguata nell’affrontare le situazioni.

Claudia è una ragazza che sta per iniziare il Liceo. Si sente inadeguata perchè crede di non avere le capacità per stringere amicizia. La svalutazione delle proprie capacità porta la ragazza a percepire i compagni di scuola e i professori come minacce. Questa visione la porta ad avere momenti di ansia e panico.

Pessimismo

Vedere il bicchiere mezzo vuoto non aiuta a superare le difficoltà e, in aggiunta, aumenta i livelli di ansia. La persona pessimista percepisce in maniera esagerata i pericoli. Come puoi ben capire, questo atteggiamento attiva il sistema dell’ansia.

La persona con questo atteggiamento mentale ha la sensazione che qualcosa di brutto sta per accadere. La tendenza ad immaginare e “prevedere” pericoli crea ansia intensa.

La persona pessimista osserva ed esalta le situazioni negative o i possibili pericoli. Le situazioni positive e motivanti vengono dimenticate o sminuite.

Maria entra in ansia ogni volta che deve mandare una mail per lavoro. Dentro di sé si dice che non deve assolutamente sbagliare e che ciò accadesse sarebbe terribile. Questo atteggiamento mentale la portano a rimandare la scrittura di alcune mail. Quando riesce a farlo prova ansia e una forte tachicardia.

Eventi traumatici

Esperienze negative importanti possono portare la persona a percepire il pericolo in situazioni tranquille. Eventi traumatici possono portare l’individuo a formulare la convinzione che il pericolo è ovunque.

Spesso l’ansia causata da eventi traumatici è facilmente riconoscibile perché la persona sente il legame tra la sua ansia attuale e la brutta esperienza del passato.

Gli eventi negativi del passato possono influenzare il modo di interpretare il presente.

Un esempio classico è la persona che è stata bullizzata da piccola e che oggigiorno ha il timore di uscire di casa. Le spiacevoli situazioni passate hanno creato la convinzione che fuori casa c’è un pericolo imminente. Esce di casa ma percepisce le persone che incontra come possibili minacce. Questo modo di interpretare le situazioni è alla base dell’ansia.

Ti ho presentato le principali cause dell’ansia: quali di queste è alla base della tua ansia?

Riconoscendo la causa potrai trovare la strategia più efficace per superarla.

 

2 commenti su “Le principali cause dell’ansia”

  1. Articolo molto interessante e comprensivo, in quanto può essere un toccasana per chi soffre d’ansia, per migliorare alcuni abitudini ed eliminarla. Io ne soffro a volte, ma sto cercando di dosarla nelle giuste quantità, che mi permettono di vivere la mia vita serena e tranquilla.
    Bella lettura, da consigliare. Complimenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

4 × quattro =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla Newsletter
Scarica gratis il nuovo e-book “Autostimati”.
Ti inverò nuovi articoli, le news e gli inviti agli eventi.

Loading

error

Ti piace il mio sito? Allora spargi la voce! :)