come affrontare la fase 2 dell’era del coronavirus

Come affrontare la fase 2 dell’era del coronavirus.

Sono le 10.00 e rifletto, davanti ad una tisana, su ciò che accadrà tra due giorni. Stiamo per iniziare la famigerata fase 2. Lunedì, secondo alcune indicazioni, potremo riprendere alcune piccole abitudini che in questi ultimi 50 giorni abbiamo limitato. Oggi voglio parlarti di come affrontare la fase 2 dell’era del coronavirus.

La fase due dell’era del Coronavirus

Perché ho usato il termine “era del Coronavirus”?

Che ne siamo consapevoli o no, questo 2020 ha segnato in maniera indelebile le nostre vite e ricorderemo questa esperienza per tanti anni ancora.

Nella nostra mente parleremo de “l’anno del Coronavirus”, “è successo l’anno prima del Coronavirus”, i libri di storia ne parleranno come oggi parliamo dell’influenza spagnola.

Questo periodo ha creato nella nostra mente collettiva un vero spartiacque tra ciò che è successo prima e ciò che è successo dopo.

Nulla sarà più come prima.

come affrontare la fase 2 dell’era del coronavirusMentre scrivo queste parole, in un flusso di coscienza ripercorro dentro di me quello che è successo negli ultimi due mesi. Ripenso alle emozioni che, come tante altre persone, ho provato. Il 10 marzo è stato indetto il lockdown nazionale. Tutti chiusi dentro casa e spostamenti ridotti all’essenziale. L’inizio di quella fase, e tutto il periodo successivo, ha rappresentato per molti una fonte di stress non indifferente. La limitata libertà, le abitudini stravolte e il susseguirsi di notizie hanno generato dentro ognuno di noi ansia e disorientamento. Si poteva uscire solo per lo stretto necessario, ci si poteva vedere e riunire solo in videochiamata, si condividevano gli spazi con i familiari 24h su 24h.

Alcuni con il tempo sono riusciti a abituarsi a questa nuova routine, altri hanno sofferto di più, altri stanno ancora soffrendo. Altri ancora hanno provato forte ansia. Per aiutare queste persone ho pubblicato, in passato, gli articoli 6 Consigli utili per affrontare l’ansia da CoronavirusCome gestire l’ansia durante l’epidemia.

Come hai vissuto questo periodo? Mi farebbe piacere se volessi condividere la tua esperienza nei commenti.

E dopo tanti annunci, si sta per entrare nella Fase 2 dell’era del Coronavirus.

Mi chiedo che cosa dobbiamo aspettarci da questa prima apertura, ma ancor più mi chiedo come vogliamo vivere la nuova era.

Dobbiamo prendere consapevolezza che le nostre abitudini saranno modificate per molto tempo ancora. Oltre che nei nostri comportamenti, il vero cambiamento sarà dentro di noi.

Nel momento in cui tutte le attività saranno aperte alcuni atteggiamenti psicologici rimarranno.

Mi immagino che avremo difficoltà ad abbracciare un amico, a partecipare ad una festa, guarderemo con sospetto la persona che si avvicina troppo. Una vocina dentro l’orecchio ci metterà in allerta quando entreremo in un ascensore con altre persone.

come affrontare la fase 2 dell’era del coronavirusCome affrontare la fase 2 dell’era del coronavirus

Mi torna in mente una frase di un autore (di cui non ricordo il nome) che diceva pressappoco così: “il cambiamento è inevitabile, il miglioramento una scelta”.

Che direzione vogliamo far prendere alla nostra vita? Hai deciso come affrontare la fase 2 dell’era del coronavirus? Sta a te decidere con che spirito vuoi affrontare la nuova situazione.

Io voglio condividere con te quello che penso possa essere il mio atteggiamento.

Prima di decidere come affrontare la fase 2 dell’era del coronavirus, voglio riflettere su cosa mi è mancato nella fase 1.

Sicuramente mi è mancato il contatto con i miei amici, le serate in compagnia. Anche se non sono uno sportivo, mi è mancata la possibilità di frequentare una palestra e fare movimento. Mi è mancato passeggiare liberamente lungo le strade o lungomare.

Prova a riflettere: cosa ti è mancato veramente in questo periodo di quarantena?

Dopo queste riflessioni, posso assicurarti che vivrò le serate con gli amici e gli abbracci con maggiore consapevolezza. La risata intorno ad un tavolo avrà un altro sapore.

Lo stesso vale per lo sport e le passeggiate. Quando mi capiterà voglio prestare maggiore attenzione a quello che sto vivendo. Voglio godermi ogni momento, perché ne ho sentito una grande mancanza.

Mai come in questo momento è vero l’adagio che le cose si apprezzano quando non le abbiamo.

Sta a noi scegliere con che consapevolezza vogliamo affrontare il nostro futuro. Possiamo scegliere di trarre da questa esperienza solo negatività o preferire una visione più costruttiva e positiva.

La visione che adottiamo determina il nostro modo di reagire.

Scegli il tuo futuro

Come affrontare la fase 2 dell’era del coronavirus dipende da te. Quali consapevolezze hai raggiunto? Quali abitudini vuoi cambiare?

Prova a fare un elenco delle mancanze che hai vissuto durante il periodo di isolamento.

Poi chiediti: quali abitudini possono cambiare per godere appieno delle mancanze precedenti?

2 commenti su “Come affrontare la fase 2 dell’era del coronavirus.”

  1. smeraldo ferri franchini

    Ottima analisi e soluzioni per affrontare la fase 2 della Pandemia .
    Il Dr. Collevecchio, mostra come sempre grande professionalità e competenza, nell’affrontare aspetti della Psiche e del vivere quotidiano .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quattro − tre =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla Newsletter
Scarica gratis il nuovo e-book “Autostimati”.
Ti inverò nuovi articoli, le news e gli inviti agli eventi.

Loading

error

Ti piace il mio sito? Allora spargi la voce! :)